Roald Dahl. Leggere insieme ai figli

roald dahl

Roald Dahl è diventato per noi una grande passione. Dopo Gli sporcelli e GGG ora è la volta di Boy.

Ma perché siamo sempre un po’ emozionati quando iniziamo a leggere un suo libro? Qual è il segreto della sua bellezza?

Il bello di Dahl, secondo me, è che non si limita a stare dalla parte dei bambini, ma con loro si sporca le mani. Nei suoi libri se una cosa fa schifo, fa proprio schifo. E i protagonisti sono personaggi nel senso più esplosivo della parola: esagerati, quasi incredibili, toccano tutte le corde del cuore, anche le meno presentabili. Per lui non esistono vie di mezzo né buonsenso. Esistono gli estremi: sentimenti, azioni, relazioni, tutto nelle sue pagine è ai limiti dell’assurdità. L’attenzione dei piccoli lettori non può che essere alta, perché queste storie parlano la loro lingua.

Inequivocabilmente nelle storie di Dahl c’è il bene e c’è il male, e il bene non è tutto rosa e fiori perché dentro ci stanno le imperfezioni, le cadute, qualche volgarità e qualche peccatuccio. L’infanzia è l’età dell’innocenza, certo, ma non nel senso di un impeccabile candore. I bambini non sono impeccabili, anzi. Sono dotati di tutta la gamma delle emozioni umane, comprese le meno convenienti; agiscono, osano, esplorano il mondo senza falsi pudori, in tutte le direzioni.  La forza che ne risulta è immensa e capace di distruggere le mostruosità degli adulti. Perché se nella loro imperfezione i bambini sono buoni, gli adulti invece vivono in un mondo estremamente compromesso, restituito alla lettura dallo sguardo iperbolico e fantastico dei più piccoli, che scovano i dettagli più odiosi dei grandi e li mettono a nudo.

Nei romanzi di Dahl le buone maniere vanno a farsi friggere. Con un colpo di spugna si getta via tutto ciò che è superfluo e si va al cuore delle cose tra una risata e l’altra.

Annunci

One thought on “Roald Dahl. Leggere insieme ai figli”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...