È tempo di favole

george_méliès_viaggio_nella_luna Sarà forse la mia fantasia, ma credo sia arrivato il momento di raccontare storie. Orlando inizia ad ascoltare e a ricordare. È sera e la città si sta calmando. I vicini hanno abbassato la voce, forse hanno chiuso le finestre. Arrivano intermittenti i suoni delle televisioni dalle case che affacciano sul cortile interno del palazzo. Distesa accanto a lui, do inizio alla mia favola come se fosse un mantra. Rubo, ricordo, invento, intreccio. Mi lascio andare al suono della mia voce e infine ecco una storia. C’era una volta. Racconteremmo ancora favole se non ci fossero bambini?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...